agenzia web, agenzia seo, ecommerce, lilium ad maiora

My Account

O PERDERSI

L I L I U M
AD M A I O R A
Migliorare insieme

Quali sono le forme del Pensiero
per trovare e perseguire un obiettivo

O TROVARE UN INIZIO

Cinque Pilastri che Insieme Sorreggono la Costruzione

I Dati: raccogliere informazioni
Le Sensazioni: saper usare l'istinto
La Ragione: valutare il bene e il male

Inventiva: il Pensiero Laterale
Direttiva: saper concludere

I DATI

Saper raccogliere le Informazioni sembra facile. 

Occorre essere Neutri, Asettici.

I Dati non sono emozioni, non sono ragionamenti, sono sassi e così deve essere chi li raccoglie. Essere di pietra.

Qualsiasi nostra emozione o ragionamento mentre li raccogliamo…

.. ne comprometterà la loro autenticità.

Sbagliare i dati per colpa di nostra emozione o fretta di elaborazione equivale a costruire la notra storia su un miraggio.

illusione

LE SENSAZIONI

Mai ignorare l’Istinto. 

Dopo aver raccolto i dati per come essi sono.

Occorre lasciar libero sfogo all’istinto.

Ascoltare il nostro IO, prendere nota diligentemente di ciò che ci dice, senza mitigarlo dalla Ragione. E’ il suo momento ora.

Rispetta ora il tuo istinto e ascoltalo, scrivi ciò che ti dice, ciò che senti di pancia, le paure e le speranze, le sensazioni e i timori.

Non smorzarlo con la Ragione, la Ragione avrà tempo dopo.

istinto

LA RAGIONE

Ora che hai i dati e l’Istinto puoi dare spazio al Cervello. 

PENSA POSITIVO

Cerca il meglio, le opportunità, le vie del successo ma…

Obbligati per ciascuna a dare il razionale, a giustificare, a porre scientificamente motivo del tuo parere.

PENSA NEGATIVO.

Trova i punti deboli e razionalizzali, chiediti il perchè oggettivo non emotivo.

Sforzati di comprendere come reagire se accade qualcosa e concettualizzalo con piani concreti.

ragione positiva e ragione negativa

INVENTIVA O PENSIERO LATERALE

Fuori dagli Schemi. 

Ora obbligati ad annullare ciò che credi e su cui ti basi sempre.

Sforza di pensare ad un non possibile.

“Considerando la apertura alare, il peso corporeo, la frequenza del battito delle ali, è matematicamente impossibile che il calabrone possa volare.

Vola perchè nessuno gli ha mai detto che non era possibile per lui farlo”.

 

LA CONCLUSIONE

Ora hai studiato il problema da tutte le angolazioni. 

Hai: i Dati veri e reali, le tue sensazioni, i ragionamenti positivi e negativi e ti sei sforzato di andare oltre e usare l’immaginazione buttando il cuore oltre l’ostacolo.

Ti rimane solo…

Di concludere.

Nessuno rispetta l’incompiuto, questo è il fallimento.

Ora serve la capacità e soprattutto la volontà di arrivare a conclusioni.

la conclusione